Skip to content Skip to footer
Wishlist

My wishlist on iPharm

Nome prodotto Prezzo unitario Disponibilità in magazzino
Non è stato ancora aggiunto nessun prodotto alla lista
view wishlist page
Shopping Bag 0 items - €0.00 0
Wishlist

My wishlist on iPharm

Nome prodotto Prezzo unitario Disponibilità in magazzino
Non è stato ancora aggiunto nessun prodotto alla lista
view wishlist page
Shopping Bag 0 items - €0.00 0

Emorroidi, Proctiti

La patologia emorroidaria è una disfunzione legata all’infiammazione delle vene emorroidali, le emorroidi, che scivolano all’esterno della loro sede naturale nell’ano per il cedimento della mucosa rettale. In alcuni casi si produce la formazione di un grumo di sangue (coagulo o trombo) che amplifica i sintomi dolorosi.

Le emorroidi sono un disturbo comune. Si stima che circa la metà delle persone con più di 50 anni di età ha avuto, in maniera più o meno acuta, un problema di emorroidi. Anche la gravidanza è spesso una condizione predisponente all’insorgenza delle emorroidi.

Le emorroidi possono essere definite come strutture vascolari del canale anale che svolgono un ruolo chiave nel mantenimento della continenza fecale. Sono una normale componente anatomica dell’uomo, ma la loro infiammazione, dovuta alle alterazioni nella mucosa dell’ultimo tratto intestinale, genera una sindrome particolarmente dolorosa, la malattia emorroidaria, che più comunemente è conosciuta con il termine di “emorroidi”.

La patologia interessa le strutture di sostegno del canale ano-rettale, le quali scivolano verso il basso, generando un prolasso muco-emorroidario. La mucosa rettale spinge verso l’esterno le emorroidi, che possono essere sia interne che esterne, causando i tipici sintomi della patologia. Tra questi annoveriamo: perdita di sangue rosso vivo durante o dopo la defecazione, malessere, pesantezza, bruciore (il dolore in genere è dovuto ad una ragade).

Il prolasso può essere interno od esterno, riducibile o no e con il tempo può evolvere in un’infiammazione ed infezione del retto (proctite traumatica), con perdita di muco, macerazione della cute perineale, prurito, lesioni da grattamento, sovra infezioni batteriche.

La dieta e l’esercizio fisico sono fondamentali per contrastare l’insorgenza delle emorroidi o evitare l’esacerbazione dei sintomi, così come è altrettanto importante un’accurata igiene delle aree interessate. Inoltre, i rimedi naturali, come ad esempio gli estratti di Vitis Vinifera, Mimosa tenuiflora, Mirtillo, così come l’olio di mandarino e di cipresso, rivestono un ruolo molto importante nell’apportare effetti benefici e preventivi.